La gestione del paziente con MRGE: concreta, pratica e condivisa - Otorinolaringoiatri

La gestione del paziente con MRGE: concreta, pratica e condivisa - Otorinolaringoiatri

La gestione del paziente con MRGE: concreta, pratica e condivisa - Otorinolaringoiatri
28/09/2021
Inizio iscrizioni
24 Maggio 2021
Fine iscrizioni
27 Settembre 2021

Posti

400

Accreditato il

25 Maggio 2021

Crediti

4,5

Ore formative

3

Località

Territorio Nazionale

Prezzo

--
La Malattia da Reflusso Gastroesofageo (MRGE) è una delle patologie frequenti nei paesi industrializzati, interessando circa il 25-30% della popolazione. I sintomi tipici della MRGE sono la pirosi retrosternale ed il rigurgito. Accanto a questi, spesso sono presenti altri sintomi (pirosi epigastrica, peso epigastrico, dolore, gonfiore, eruttazioni frequenti) che erroneamente vengono associati alla MRGE, ma che in realtà fanno parte del complesso corteo sintomatologico definito come dispepsia funzionale. La sovrapposizione di queste condizioni può creare importanti problematiche diagnostiche ed interpretative che necessitano di opportuna considerazione. La diagnosi di MRGE in presenza di sintomi extra-esofagei è di fondamentale importanza, soprattutto data l’assenza di un gold standard che permetta all’otorinolaringoiatra (ORL) di definirla rapidamente. Risulta quindi importante fare chiarezza sulla diagnosi differenziale e suggerire un algoritmo multistep di approfondimento diagnostico che permetta di raggiungere la corretta terapia in pazienti partial responder/non responder. Il corso prevede un’introduzione all’argomento a partire dai quadri endoscopici caratteristici della MRGE, il primo step di terapia e quali possano essere i passi successivi in caso di pazienti non responder per meglio comprendere la patologia e applicare il trattamento corretto al paziente. Una volta accertata la presenta di MRGE il passo successivo è l’interazione con il gastroenterologo. Saranno inoltre illustrate le differenze nell’iter regolatorio (differenze formali e sostanziali tra farmaci, dispositivi medici, integratori), e quali altri farmaci (inibitori di pompa protonica (IPP), alginati, formulazioni contenenti acido ialuronico, antiacidi) possono essere utilizzati come farmaci di prima linea.